IKIGAI: un modello per la ricerca del proposito dell'organizzazione

IKIGAI è una parola giapponese che si può tradurre con “una ragione per alzarsi al mattino”, o “una ragione per vivere” (o per usare un termine tanto di moda: “purpose”).

Ma cos’è IKIGAI?

Come possiamo spiegarlo a nostra nonna?

IKIGAI è un modello, ed è un modello piuttosto semplice: quattro cerchi ed otto domande.

Il senso del modello è quello però di fare una cosa difficile: aiutarci a capire chi veramente vogliamo essere noi nella nostra vita, come vogliamo inventarcela, come vogliamo migliorare il mondo che ci circonda.

E fin qui tutto bene, applicandolo agli individui possiamo facilmente intuirne il senso ed il valore.

Ma cosa succede applicandolo a gruppi di persone? E se lo applicassimo a intere organizzazioni? O a interi ecosistemi?

Se possiamo in qualche modo immaginare un ecosistema organizzativo come un macro organismo, non dovrebbe stupirci pensare che anche lui abbia “una ragione per vivere”.

Attraverso dei processi facilitati possiamo interrogare un qualsiasi ecosistema, attivando conversazioni – singole o in gruppo – con gli individui che lo compongono, e far emergere le risposte.

Sarà fondamentale in questo caso porre attenzione sul tema dell’impatto: quale impatto ha l’ecosistema sul singolo, e – viceversa – come il singolo vorrebbe cambiarlo?

Utilizzare l’IKIGAI come modello per identificare la purpose di un’organizzazione aiuterà a costruire, in maniera sinergica, una modello – una mappa – di come vivono l’organizzazione coloro che la abitano, e di quali potrebbero essere i passaggi utili per trasformarla in una ragione per vivere. Per ognuno di loro.

Costruire, alimentare e far evolvere – mantenendo fede a ciò che emerge – un IKIGAI d’impresa è un modo eccellente per far sì che l’impresa stessa sia parte delle “ragioni per alzarsi al mattino” delle persone che la compongono, e diventi parte degli strumenti che questi utilizzeranno per migliorare il proprio mondo e quello degli altri.

 

Carlo Gandolfo

Formatore e Facilitatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *