La felicità è un viaggio da fare insieme

Storie dagli incontri di Codesign the Future

Cosa accade quando un gruppo di persone motivate, dirigenti di imprese, si riuniscono intorno a un tema significativo, in un ambiente facilitato?

Accade CODESIGN THE FUTURE!

Mi sento felice e orgogliosa di questo primo evento che abbiamo studiato e curato negli ultimi mesi: è per me l’ulteriore riprova che, se costruiamo team resilienti, basati sulla fiducia e la voglia di mettersi in gioco, anche nei momenti piú complessi possono emergere idee brillanti e rivoluzionarie. Il contesto esterno ci sta spingendo a rivedere, tra le altre cose, il nostro modo di lavorare, come facilitatrici: ci sta spingendo ad andare all’essenza di quella che è la nostra mission, il nostro apporto nel mondo.

È possibile costruire comunitá, a distanza? Far emergere il valore di un gruppo, stando dietro ad uno schermo? Questa è la nostra sfida adesso: accedere a informazioni importanti e creare spazi di condivisione, anche online.

Non è semplice, ma neanche impossibile. Questi gli ingredienti che hanno reso significativo, ai nostri occhi e ascoltando i feedback di chi ha partecipato, il primo evento.

La cura è stata essenziale: la preparazione minuziosa, i contatti diretti e personali, la ricerca delle domande piú giuste, l’uso di strumenti appropriati. Ci siamo messi piú e piú volte nei panni di chi avrebbe partecipato, immaginando le sfide tecnologiche quanto la difficoltá a collaborare con persone sconosciute.

Tutto è stato possibile grazie all’intero team di TARA: ognuno ha fatto un pezzetto, cosí come abbiamo chiesto un pezzetto di sé a chi ha partecipato. Lo chiamiamo ‘modellare il campo’: cerchiamo di avere tra noi del team la stessa cura che mettiamo nel lavorare con le organizzazioni. In una specie di legge della corrispondenza, tanto fuori quanto dentro, e viceversa.

La diversitá del gruppo, sia di chi ha partecipato che di chi ha organizzato: la pluralitá di esperienze e punti di vista ha fatto sí che siano emersi contenuti interessanti, non scontati. È l’ascolto di ció che non conosciamo che ci arricchisce, e che ci sfida allo stesso tempo!

Uno dei nostri principi guida nella facilitazione è la Deep Democracy, Democrazia Profonda, la convinzione che per avere una trasformazione davvero sostenibile, sia necessario l’ascolto di tutte le voci, anche quelle fuori dal coro, piú diverse o scomode. Uno spazio maieutico: usiamo spesso questa parola, che Socrate associava a chi fa la levatrice di idee e nuove consapevolezze. È nostra credenza, e attitudine, non sapere cosa sia meglio per le imprese con cui dialoghiamo: attraverso il Codesign creiamo spazi sicuri dove le persone possano rispondere a domande significative.

Poca teoria e molta pratica: i partecipanti si sono stupiti di come tre ore possono volare, anche dietro ad uno schermo, se coinvolti con il giusto ritmo!

Questo periodo storico ci sta insegnando a stare sempre piú comodi nell’incertezza: non sappiamo cosa emergerá lungo il percorso che facciamo insieme. Curiositá e fiducia sono necessarie per l’esplorazione.

Cosa abbiamo fatto, dunque?

È stato come un piccolo viaggio. Chi ci conosce sa che siamo appassionate di ‘processi’: per noi il come arriviamo all’obiettivo è tanto importante quanto il raggiungimento dell’obiettivo stesso. Attraverso una serie di spazi, di riflessione personale, a coppie e in plenaria, i partecipanti hanno risposto ad una serie di domande sulla felicitá al lavoro, per far emergere tanto i limiti e le credenze culturali, quanto azioni pratiche da fare a partire da domani per aumentare la chimica positiva nei propri ambienti lavorativi.

Un particolare ringraziamento va a 2Bhappy Agency: l’idea di Codesign the Future è nata all’interno di un percorso, per diventare Genio+, che ho intrapreso a inizio anno e che si concluderá proprio con questo evento come prototipo.

Veruska Gennari, Daniela di Ciaccio e Melissa Parrinello sono state esempio di imprenditrici illuminate, che hanno scelto di mettere a servizio di un proposito nobile il loro impegno: il principio +NOI -IO è uno dei pilastri della Scienza della Felicitá, quello che ha ispirato Codesign The Future.

E adesso tutta dritta e aperto il cammino davanti a noi, con una sola certezza: di volerlo condividere con piú persone possibile. Il prossimo evento, il 18 novembre, avrá come tema il potere, forse il piú vicino al mio cuore di change maker.

Per ricevere  tutte le informazioni scarica Telegram da Google Play o Apple Store  collegati  sul nostro canale telegram, nuovo fiammante al link   https://t.me/codesignthefuture e premi il tasto “unisciti”.

 

Melania Bigi

Cofounder e Facilitatrice di TARA





 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *